Pavimentazione antitrauma

Progettare e arredare un’area gioco o di attività significa prendersi cura di spazi dove i bambini possano divertirsi in sicurezza, prevedendo quelli che potrebbero essere gli eventuali pericoli. Non solo per il bene dei bambini, ma anche per tutelare i proprietari o gestori di tali spazi, in caso di incidenti o contestazioni.

Partiamo dalle basi: la pavimentazione antitrauma.

Sono obbligatorie per legge, e discipline dalla normativa UNI EN 1177.
Tale norma stabilisce i requisiti minimi per ogni tipo di  rivestimento di superficie gioco per bambini, al fine di ammortizzare l’impatto di caduta. Vale a dire la capacità del material  di disperdere l’energia cinetica sprigionata dall’impatto attraverso meccanismi di deformazione.  É stato stabilito che le lesioni più gravi che si possono verificare durante le attività ricreative dei bambini siano quelle alla testa, con il criterio HIC (Head Injury Criterion).
La norma UNI EN 1177 indica quali sono i fattori da considerare durante la progettazione della pavimentazione di aree gioco e attività, definendo per ogni materiale l’altezza minima di caduta, individuando il limite massimo di efficacia al fine di ridurre eventuali lesioni provocate dalla caduta durante l’utilizzo delle strutture (che a loro volta dovranno rispondere a requisiti di sicurezza).

Come scegliere la pavimentazione più adatta

Innanzitutto bisogna considerare quali sono le attrezzature presenti nell’area, le relative possibilità e altezze di caduta, devono essere esclusi eventuali spigoli e sporgenze. Non vanno poi sottovalutate le caratteristiche di resistenza all’usura e alle sollecitazioni dei materiali, in base anche ai fattori ambientali che interessano l’area, nel caso si tratti di un ambiente esterno.

Esterni

Pavimentazione dura

Asfalto o cemento, sono adatti per superfici transitabili, ma NON hanno capacità di assorbimento dell’impatto, non possono quindi essere classificati come pavimentazione antitrauma.

Pavimentazione naturale

Terra, argilla, erba o ghiaia, sono ideali per campi da gioco e attrezzature da gioco. L’altezza di caduta massima è fino a 1mt.
Sono però materiali che richiedono maggior manutenzione.

Erba sintetica

Drenante e resistente ai raggi UV, come le pavimentazioni naturali, è ideale per campi da gioco e attrezzature da gioco, con un’altezza di caduta massima fino a 1 mt. Richiede però meno manutenzione. Erba sintetica

Ghiaietto

Con uno spessore di 20-25 cm di ghiaietto si ha un valore HIC pari a 2 metri. Diventano 3 mt, se lo spessore aumenta a 30-35 cm.

Corteccia sminuzzata

Questa pavimentazione si adatta ottimamente ad ogni situazione all’aria aperta.
Con granulometria di 20>80mm e lo spessore di 20-25 cm si garantisce l’area per altezze di caduta fino a 2 mt. Pavimentazione in corteccia

Pavimentazioni a piastrella o colata ammortizzanti

Le soluzioni di questo tipo sono tantissime. Si possono realizzare superfici colorate e personalizzate, resistenti a qualsiasi fattore ambientale.
L’altezza di caduta massima arriva fino a 3 mt, in base allo spessore della pavimentazione.

Interni

Anche le aree gioco e attività interne come palestre, asili o in generale aree dedicate all’attività fisica e all’allenamento motorio devono rispondere ai requisiti di messa in sicurezza attraverso le adeguate pavimentazioni antitrauma.
Ideali per interni sono le pavimentazioni in gomma. Sicure, elastiche e resistenti, facili da lavare, con ottime capacità di drenaggio e antiscivolo, consentono di allenarsi o giocare in serenità. Pavimentazione Tatami

Richiedi Pavimentazione antitrauma




Tutti i campi sono obbligatori